Il presidente afferma che l’Italia non ha mai smesso di proteggere i rifugiati – EURACTIV.com

Il presidente della Repubblica Sergio Matterella ha dichiarato domenica 20 giugno, alla vigilia della Giornata mondiale del rifugiato, che l’Italia non ha mai smesso di proteggere i rifugiati in mare, anche durante le epidemie.

I documenti su immigrazione e sbarco saranno al centro degli incontri dei prossimi giorni con il presidente del Consiglio Mario Draghi, con la presidente Angela Merkel a Berlino lunedì e al vertice del Consiglio europeo a Bruxelles giovedì e venerdì.

Come dimostrano i risultati dell’incontro del 26 maggio, al vertice sembra quasi impossibile raggiungere un accordo sulla redistribuzione dei migranti.

È facile raggiungere un accordo per accelerare gli accordi di partenariato e cooperazione tra l’UE ei paesi di origine della diaspora. È probabile che la riforma dell’Agenzia europea per l’asilo (EASO) sia sul tavolo, soprattutto perché i paesi europei Med 5 (Italia, Spagna, Grecia, Malta, Cipro) sono favorevoli a sollevare l’agenzia.

Nel suo incontro con la Merkel, Tracy ha ribadito che la Germania è da sempre impegnata nella redistribuzione degli immigrati e che è d’accordo con l’Italia nel chiedere una soluzione unanime in Europa. Tuttavia, questa soluzione comporta il rifiuto dei salti secondari, cioè degli immigrati dal primo paese europeo in cui sono sbarcati. (Daniel Lettick | EURACTIV.it)

READ  Il Movimento 5 Stelle italiano sull'orlo del collasso

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Theteller.it