Il tiro da curling di Insine aiuta Belgio e Spagna ad avanzare in semifinale al limite dell’Italia

I difensori italiani hanno festeggiato i loro stop così come gli attaccanti hanno festeggiato i loro gol.

Entrambi avevano molti motivi per essere felici venerdì.

Niccol Barella e Lorenzo Inzain hanno segnato un gol ciascuno, mentre Leonardo Spinasola ha regalato all’Italia una vittoria chiave nel secondo tempo per dare al Belgio una vittoria per 2-1 e un posto nelle semifinali del Campionato Europeo.

“Tutti, me compreso, giocano con il sorriso sulle labbra”, ha detto Insine, estendendo il suo record nazionale a 32 partite di imbattibilità.

Romelu Lukaku ha messo in gioco la sua squadra con un rigore poco prima dell’intervallo, ma i belgi hanno perso occasioni extra per pareggiare nella ripresa, con i difensori italiani che eccellevano.

Parella ha portato l’Italia in vantaggio al 31′ quando John Vertonghen non è riuscito a liberare la palla. Marco Verratti si è trasferito al Barella, dove ha evitato due difensori belgi prima di essere spedito da un palo lontano.

Inzine è arrivato secondo al 44esimo, mettendo un tiro ad effetto nell’angolo più in alto dopo aver mancato un difensore e affrontato altri due.

Il Belgio ha ricevuto un rigore quando Giovanni de Lorenzo ha spinto Jeremy Toku mezz’ora fa. Lukaku ha poi inviato il suo tiro al centro per il 2-1. È stato solo il secondo gol subito dall’Italia nel torneo.

“Non ho visto un rigore”, ha detto il Ct dell’Italia Robert Mancini. “La sicurezza mi ha detto che è molto economico, ma da un lato è molto importante creare una performance di alta qualità e ce l’abbiamo fatta”.

READ  L'Italia ottiene una grande vittoria sull'olandese al Campionato europeo di softball femminile

L’Italia affronterà la Spagna in semifinale martedì prossimo allo stadio di Wembley a Londra. Gli spagnoli hanno sconfitto la Svizzera ai rigori a San Pietroburgo.

“Ci godremo questo momento ora e cercheremo di rilassarci perché sarà un’altra partita difficile”, ha detto Mancini.

Nel secondo tempo, Spinassola ha fatto abbastanza per negare Lukaku mentre Kevin de Bruyne sembrava essere un pareggio particolare quando la palla è stata giocata in lontananza. Spinozola è stato baciato dai suoi grati compagni di squadra, ma poi è stato portato in barella con un infortunio alla gamba.

“Proveremo tutti i mezzi in questo torneo e, soprattutto, Spinozola è stata una parte importante di questa squadra”, ha detto Insine.

De Bruyne ha iniziato la partita dopo essersi ripreso da un infortunio alla caviglia sinistra, ma Eden Hazard è stato escluso per un infortunio alla gamba.

“Abbiamo dato tutto quello che potevamo, e non posso soffocare i miei giocatori e il mio staff”, ha detto l’allenatore del Belgio Roberto Martinez dopo la sua striscia di imbattibilità in prima squadra in 13 partite. “Tutto in questo torneo è stato fantastico e l’utilizzo e l’impegno di tutti è al massimo livello”.

È come se il Belgio avesse giocato 1-0 contro il Portogallo, privilegiando la difesa. Un pacchetto da tre è diventato rapidamente un pacchetto da cinque quando l’Italia ha tenuto la palla mentre Thorgan Hazard e Thomas Munier si ritiravano.

Martinez ha portato in campo Tris Mertens e Nasser Chadley a circa 20 minuti dalla fine. Chadley ha stabilito un equilibrio in pochi secondi dall’arrivo, ma il suo cross era troppo alto per Lukaku ed è caduto dietro il pericolo di Thorgan.

READ  Il Comitato di Sorveglianza italiano mira alle istruzioni kick-labor della società di consegna

Chadley ha poi mostrato un infortunio al femore dopo soli cinque minuti in campo. Al 79°, Spinosola segue dopo un forte tiro mentre insegue la palla.

“Siamo preoccupati per l’infortunio di Spinoza e lui non ne è degno”, ha detto Mancini. “Perché ha giocato straordinariamente bene, è stato uno dei migliori giocatori di Euro 2020. Siamo completamente disconnessi e vorremmo fargli le nostre congratulazioni”.

La Spagna ha battuto la Spagna ai rigori

I giocatori spagnoli hanno battuto la Svizzera ai rigori durante i quarti di finale di venerdì. (Maxim Shemedov / Pool / AFP via Getty Images)

Quando le cheerleader spagnole sono scese in campo per celebrare una vittoria ai rigori ai Campionati Europei, Luis Enrique era solo e ha semplicemente alzato i pugni.

Tra la tensione e la crescente pressione all’interno dello stadio di San Pietroburgo, l’allenatore spagnolo potrebbe essere stato la persona tranquilla in circolazione.

Rivelando ciò che aveva detto alla sua squadra prima della vittoria per 3-1 contro la Svizzera nei quarti di venerdì, Luis Enrique ha detto che stava “cercando di trasmettere un messaggio di ciò che accadrà”. “Ho detto loro di rilassarsi… e godersi quel momento il più possibile.”

Il torneo è più facile di quanto non sia stato per una squadra che ha sbagliato gli ultimi cinque rigori regolamentari, due dei quali a Euro 2020. Per una squadra che ha colto al volo l’opportunità dopo i tempi supplementari quando i giocatori svizzeri a risparmio energetico hanno appeso 1-1. Pareggio per i tempi supplementari. Per una squadra che è arrivata alla partita favorita e ha preso il comando all’ottavo minuto, è stato solo per essere visto essere distrutto da un errore difensivo.

Così, mentre Michael O’Reilly avanzava per sostituire l’ultimo portiere Jan Sommer, il tiro di Kylian Mbabane nella vittoria ai rigori contro la Francia ha salvato la Svizzera per la prima volta nei quarti di finale.

Dopo aver visto la palla colpire la rete, O’Rourke si è diretto verso il portiere spagnolo Unai Simon, che ha effettuato due parate ai calci di rigore. Furono presto consumati dai loro compagni di squadra quando “Y Viva Espana” esplose dagli altoparlanti dello stadio.

“Quando va per il verso giusto, è così bello”, ha detto Louis Enrique.

Naturalmente, gli svizzeri conoscono quella sensazione. Ma a differenza di quello contro la Francia, quando ha segnato tutti e cinque i rigori ai rigori, questa volta tre dei quattro tentativi sono andati a vuoto. Fabian Shar e Manuel Aganji si sono fatti parare i tiri da Simon, con Ruben Vargas che ha lanciato la palla oltre la traversa.

“Il rigore è 50-50”, ha detto il capitano della Svizzera Sherdon Shakiri, che ha segnato il gol della sua squadra nei tempi regolamentari. “Penso che siamo stati un po’ sfortunati oggi.”

La Spagna affronterà l’Italia in semifinale martedì allo stadio di Wembley a Londra. La squadra è a due vittorie dal seguire la generazione d’oro del paese che ha vinto titoli europei nel 2008 e nel 2012.

Dopo le fluttuazioni selvagge di “Manic Monday”, quando Spagna e Svizzera hanno vinto partite caotiche nel 16° turno, entrambe hanno avuto bisogno di tempi supplementari e hanno combinato per 14 gol, un affare di lavoro che ha interrotto la loro partita dei quarti di finale con momenti sorprendentemente grandi.

Il cartellino rosso ferisce le ambizioni svizzere

Tra questi c’era il centrocampista svizzero Remo Froeler, che ha ricevuto un cartellino rosso al 78′ quando i suoi moncherini sono stati attaccati a una scivolata dal subentrato Gerard Moreno.

Tuttavia, un tentativo di ristrutturazione – da parte di Sommer Diving Saves e ampi tackle difensivi ha richiesto diversi ultimi divari – ha tenuto gli spagnoli nel Golfo per altri 30 minuti, che sono stati giocati quasi interamente nella metà campo della Svizzera. Dietro la Svizzera c’era una folla di spettatori per lo più russi, fino al punto di prendere in giro i giocatori spagnoli quando avevano la palla.

Moreno, in particolare, ha mancato quattro occasioni con una conclusione scadente o con le acrobazie di Somer, anche se l’attaccante ha fatto delle correzioni trasformando uno dei calci della Spagna in una sparatoria.

Lo svizzero inizialmente ha mancato l’energia e la potenza del capitano squalificato Granit Shaga, sostituendolo con Denis Zakaria – che ha avuto la sfortuna di segnare il suo decimo autogol della partita quando ha tagliato la palla nella propria rete. Jordi Alba è stato mandato in tiro dopo essere stato atterrato in un angolo dalla destra, che è passato sopra la testa di tutti nell’area.

Nel 68esimo anno l’equilibrio di Shakiri è stato portato da un mix difensivo, che è arrivato proprio quando gli svizzeri hanno iniziato ad affermarsi.

Aymeric Laporte è venuto a coprire un passaggio sopra, ma la palla ha toccato il piede del suo compagno difensivo centrale Pav Torres. Frowler lasciò cadere la palla e la diede a Shakiri, che per la prima volta si infilò nell’angolo inferiore del tiro.

I calci di rigore per cartellino rosso di Fலhrer hanno assicurato che la Svizzera fosse realisticamente il miglior risultato e ha ringraziato la squadra per aver perso Moreno.

La Svizzera si è inchinata sullo stesso campo dove la squadra è stata eliminata dalla Coppa del Mondo 2018. Poi, al 16° turno, la Svizzera ha perso contro la Svezia 1-0.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Theteller.it