L’ospedale italiano usa la TAC per rivelare i segreti della mummia egiziana

Bergamo, 22 giugno (Reuters) – L’antico Egitto ha incontrato la moderna tecnologia medica quando una mummia ha subito una scansione di un CD in un ospedale italiano come parte di un programma di ricerca per scoprirne i segreti.

La mummia dell’antico sacerdote egizio Angekonchu è stata trasferita dal Museo Civico Archeologico di Bergamo all’Ospedale Policlinico di Milano, dove gli esperti faranno luce sulla sua vita e sui rituali sepolti quasi 3000 anni fa.

“Le mummie sono praticamente un museo biologico, sono come una capsula del tempo”, ha affermato Sabina Malkora, direttore della ricerca del progetto Mummy.

Una mummia egizia è stata trasferita dal Museo Civico Archeologico di Bergamo al Policlinico di Milano da un ricercatore CD.

Malgora ha detto che le informazioni sul nome della mummia provengono da Sarkopakus, che risale al 900-800 aC, dove è scritto cinque volte, che significa “Dio è vivo”.

I ricercatori sperano di ricostruire la vita e la morte di un sacerdote egiziano e di capire che tipo di prodotti sono stati usati per mummificare il corpo.

“È importante per la moderna ricerca medica studiare malattie e lesioni antiche… possiamo leggere del cancro del passato o della colite arteriosa, che sarebbe utile per la ricerca moderna”, ha affermato.

relazione di Alex Fraser; Scritto da Angelo Amanda e curato da Gavin Jones e Janet Lawrence

I nostri standard: Principi della Fondazione Thomson Reuters.

READ  Guarda cosa c'è nel menu a Bombay, con un menu del New Day French Cafe di Little Italy e il perfetto patio sul retro

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Theteller.it