Maltempo nel Mediterraneo: 400 schieramenti in Italia

Ma in Turchia, le inondazioni hanno avuto gravi conseguenze dopo gli incendi, 40 persone sono morte a causa di questi incendi. 2.200 persone hanno dovuto essere portate in salvo.

40 persone sono morte nell’alluvione in Turchia.

Foto: – (Agenzia di stampa Demiroren (DHA))

L’aereo dei pompieri si è schiantato

Sabato, un resoconto dei media ha riferito che un aereo antincendio con otto passeggeri a bordo si è schiantato nel sud della Turchia. E l’agenzia di stampa Interfax ha riferito, sabato, che cinque russi e tre turchi erano sul letto. L’aereo si è schiantato mentre si avvicinava ad Adana.

Un gran numero di incendi boschivi e boschivi sta suscitando l’attesa dei vigili del fuoco in Italia. Sabato mattina le squadre dei vigili del fuoco hanno segnalato 400 operazioni nelle ultime 12 ore. In Calabria, al fronte dello stivale italiano, cinque aerei dei vigili del fuoco librano in volo nelle regioni di Cosenza e Reggio Calabria. L’incendio è stato spento a Tivoli, a est di Roma, nella notte. Il luogo è famoso per i siti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO Villa d’Este e Villa Adriana (Villa Adriana).

In Sicilia la Protezione Civile ha avvertito sabato sui pericoli degli incendi boschivi nelle province di Catania, Caltanissetta ed Enna e del caldo estremo nel palermitano. In Sardegna le autorità hanno avvertito del pericolo di un incendio nel centro-ovest dell’isola mediterranea. In Calabria diversi incendi stanno divampando nell’area intorno al Parco Nazionale dell’Aspromonte. Finora ci sono stati quattro decessi legati agli incendi boschivi.

Video: morti in alluvioni in Turchia

Un incendio è divampato anche nell’adiacente regione Campania a nord della Calabria, dove si trovano Napoli e il Vesuvio. Temperature estreme e una siccità persistente hanno favorito le fiamme in gran parte del sud dalla fine di luglio. Le autorità sospettano che dietro molti degli incendi ci sia un incendio doloso. Sabato e domenica il ministero della Salute italiano ha avvertito di un aumento delle temperature estreme al terzo livello di allerta per Bari, Bologna, Bolzano, Napoli, Roma e altri.

Anche in Spagna, la peggiore ondata di caldo estivo finora ha fatto sudare milioni di persone. Potrebbe esserci un record a Córdoba in Andalusia se la temperatura dovesse superare il precedente massimo di 46,9 gradi.

Secondo i vigili del fuoco, altri 51 incendi sono scoppiati in Grecia da venerdì a sabato mattina. La Protezione civile greca riferisce che il rischio di incendio in ampie zone del Paese va da “alto” a “molto alto”. Sabato pomeriggio è scoppiato un incendio boschivo nella seconda isola greca più grande, Yuba, e non è stato possibile controllarlo questo pomeriggio. Questa volta sta bruciando nella parte meridionale dell’isola vicino al villaggio di Misukuria e anche vicino alle foreste, hanno annunciato i vigili del fuoco. I residenti del luogo furono chiamati a lasciare il posto. I vigili del fuoco hanno detto che erano in uso quattro aerei antincendio e due elicotteri antincendio, oltre a vigili del fuoco con 15 autopompe.

Gli incendi in Grecia sono stati in gran parte domati, ma le forze di sicurezza rimangono in allerta.

Foto: Angelos Tzortzenis (AFP)

Nel frattempo, 40 persone sono morte nella regione turca del Mar Nero a causa delle inondazioni degli ultimi giorni, secondo l’Agenzia di protezione civile. 2.200 persone hanno dovuto essere portate in salvo.

Incendi e inondazioni stanno causando problemi anche alla Russia. Gli ambientalisti stimano che gli incendi potrebbero assumere proporzioni storiche. “Questa volta la situazione è molto peggiore rispetto al 2020 e all’anno precedente”, ha affermato Grigory Koksin di Greenpeace a Mosca. “Stiamo già parlando di un record dall’inizio dei record meteorologici in Russia”, ha affermato un esperto di protezione antincendio nella repubblica di Yakutia, nella Siberia orientale, duramente colpita. Sabato, l’Agenzia per la protezione delle foreste ha segnalato 252 incendi in tutto il paese su una superficie totale di 4,2 milioni di ettari. Questo è di nuovo più del giorno prima e corrisponde grosso modo alla regione della Svizzera.

Putin ora vuole spingere per la protezione del clima

Il presidente russo Vladimir Putin ha descritto la portata dei disastri naturali nel suo Paese come senza precedenti: “Ciò dimostra ancora una volta quanto sia importante affrontare in modo intensivo e sistematico le questioni climatiche e ambientali”, ha affermato. Putin ha recentemente annunciato una significativa riduzione dei gas serra. La Russia, in particolare, sta lottando con le conseguenze del disgelo del permafrost.

Mentre le regioni colpite sperano nella pioggia, altre regioni della Russia ne hanno in abbondanza. Particolarmente colpite le coste russe sul Mar Nero e ancora la Crimea. Secondo le autorità, sono state sommerse più di 1.300 case nella regione di Krasnodar, nel sud.

Più di 250 incendi su una superficie totale di 4,2 milioni di ettari in Russia.

Bild: HANDOUT (emergenza minima russa)

READ  Miglior Cinturino Samsung Gear Sport: le migliori scelte per ogni budget
We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Theteller.it